Achille Lauro

ACHILLE LAURO

Achille Lauro, artista e personalità tra le più interessanti del panorama italiano. Da simbolo della scena street urban ad icona della musica, dello spettacolo e della moda. Un’identità inconfondibile e cucita addosso, che rappresenta l’emblema di uno stile di vita. Un artista costantemente proiettato nel futuro, libero e trascendente da ogni schema o genere. Pop Star, Rock Star, Punk Rocker, Scrittore Bohémien, trasforma i racconti di una Roma, a tratti “pasoliniana”, in una vera e propria carriera.

Con quattro album in studio (“Achille Idol Immortale“, “Dio c’è“, “Ragazzi Madre” e “Pour l’Amour“), inizia la sua carriera facendosi notare immediatamente da etichette discografiche indipendenti, fino ad attirare l’attenzione delle multinazionali di settore. Oltre 100 date nel 2018, portano l’artista a concludere questo percorso sull’imponente palco del Circo Massimo a Roma.
Apprezzato da tutti i personaggi di spicco nel mondo dello spettacolo e della moda, Achille Lauro scrive, coordina e cura con maniacale attenzione ogni aspetto del progetto “Achille Lauro”, in un ruolo da imprenditore/artista, non comune nel mondo della musica.  Firma la regia di tutti i suoi videoclip e, con il famoso stilista Marcelo Burlon, condivide la realizzazione del video di “Thoiry”. Il video di questo singolo di successo, nato da una semplice story su Instagram, diventa un fenomeno virale flash mob, con milioni di views su varie piattaforme.

Il 2019 è l’anno di Achille Lauro, celebrato come personaggio rivelazione della  69ª edizione del Festival di Sanremo. Pubblica il suo primo libro “Sono io Amleto” edito da Rizzoli e alla prima uscita balza in vetta a tutte le classifiche, arrivando in poche settimane alla 4ª ristampa. Tra le molteplici apparizioni TV e uscite stampa, memorabile è la copertina di Rolling Stone, ispirata alla cover di Jimi Hendrix “Electric Lady Land”. La sperimentazione, l’innovazione e la stravaganza, caratterizzano sia il suo percorso artistico che il modus operandi. A partire dall’album “1969“, infatti, intraprende un percorso di ricerca musicale ed interpretativa, ibridando diversi generi, creando un new mood sintesi di varie epoche, sviluppando una vera e propria identity che rivisita l’immaginario di alcuni decenni iconici. “1969” non è stato solo un trionfo discografico, ma anche un concept di successo che ha consacrato Achille Lauro come icona di stile inedita e dirompente. Solo nell’ultimo anno, vanta una serie di apparizioni iconiche  che sinteticamente si possono riassumere dal “Cowboy Dorato” del concerto del 1° maggio a Roma, al “Nuovo Casanova Romantico” firmato Gucci, al Festival di Venezia.

Partecipa alla 70esima edizione del Festival di Sanremo con il brano Me ne frego, certificato Disco D’Oro. L’ascesa di Achille Lauro non si ferma: dopo l’exploit sanremese, il cantante romano è stato nominato Direttore Creativo di Elektra Records/Warner Music Italy, diventando il primo artista in Italia ad avere un ruolo creativo in una music company multinazionale. Elektra è un’etichetta leggendaria che ha portato alla luce e accompagnato nella storia della musica, star del calibro di AC/DC, Queen, The Doors.

  • achille lauro
  • mk3
  • achille lauro
  • achille lauro
  • achille lauro
  • achille lauro
  • achille lauro
  • artisti